3 anni dopo l’omicidio di George Floyd?

26 Mag 2023

Sono passati 3 anni dall’omicidio di George Floyd

Da quel 25 maggio del 2020, di casi analoghi se ne sono verificati ancora tantissimi. L’omicidio di George Floyd resta la morte che ha suscitato un’ indignazione globale, e da li alcune persone anche in Italia hanno iniziato a farsi delle domande, ad ascoltare. Mi piacerebbe dire che le cose hanno cominciato a cambiare, ma non è così. Succede però, una cosa molto importante, le persone stanno provando a essere più consapevoli, a mettere un piede nel processo  di decostruzione e decolonizzazione del sistemo in cui viviamo.

Molte imprese hanno cercato di fare dei passi, in generale alcune, hanno provato a spostarsi dalle loro zone di comfort e hanno ascoltato, avuto o provato ad avere, conversazioni difficili con persone care.  Tutto questo è abbastanza incoraggiante per me, e sono felice di poter dire che un po’ ho contribuito anche io con il mio lavoro.

C’è ancora molta strada da fare.

La maggior parte delle persone bianche che hanno un attività, stanno ancora temporeggiando e rimandando il lavoro. Non è una priorità ed è qui che in moltә si sbagliano, pensando: “Beh, posso rimandare alla fine non mi riguarda – o – Non ne ho bisogno perché già qualcosa ho fatto. Ho i miei clienti, li sto servendo bene e non necessario intraprendere questo lavoro ora “.

Ma se guardi la tua vita e il tuo business solo da un punto di vista, e non anche in modo inclusivo, alla fine è come se stessi danneggiando anche la tua attività nel lungo periodo.

Ora che i vostri occhi sono stati aperti, e le menti pronte a ricevere nuovi input, non si può che andare avanti. Ciò significa che, per quelli che come noi  vogliono un attività a lungo termine redditizia in modo sostenibile, e inclusiva, la scelta è quella di vendere, promuovere e farsi conoscere attraverso diversità, antirazzismo e inclusione. L’alternativa è rimanere inerti, osservare, magari commentare o condividere ogni tanto, sperando che nessuno si accorga che pubblicate solo in qualche occasione.

In conclusione

L’obiettivo del mio lavoro è questo: aiutarvi a impegnarvi nuovamente in questo lavoro in modo da riuscire a portarlo avanti a step, affrontando le paure, scoprendo punti ciechi, e ricostruendo un nuovo modo di connettervi con le persone escluse fino a ora.

I modi migliori per fare passi da gigante verso l’inclusività sono il mio servizio Shaka, che ti permette di lavorare in particolare da subito sulla DAI nella tua attività e pianificare i tre obiettivi a breve, medio e lungo termine per progredire nel lavoro. Oppure potresti approfondire con Strategica-mente Inclusivә un percorso 1:1 di 7 settimane, in cui si va dall’antirazzismo all’inclusione, aiutandovi ad acquisire un diversity mindset e un attività inclusiva.

Sei curiosә di capire meglio? Scrivimi! Faremo una chiamata gratuita di conoscenza, in cui chiacchieriamo e ti spiego nel dettaglio come posso aiutarti, o rispondo ai dubbi che hai su iniziare il lavoro DAI.

Articoli correlati

Responsabilità sociale nel Marketing Inclusivo

Responsabilità sociale nel Marketing Inclusivo

Non tutte le persone sono d'accordo con l'approccio inclusivo, e la difficoltà, per chi fa questo lavoro, è far capire che è una priorità non una scelta opinabile. Il mondo si espande e i confini diventano sempre più e solo delle linee immaginarie,...

Chi sono

Chi sono

Mi chiamo Sambu. Sono una designer di cambiamento, cioè guido le persone nel processo di costruzione e creazione di un marketing inclusivo con una lente antirazzista.
Conosciamoci meglio

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *